Thursday, September 07, 2006

Ore e ore duri tu a costume acutissimo,
e assodi le braccia di mare
dove stai,
e con i corpi d’albero le cause

escono di voga.
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


A lunghi passi fatta pallida
le tue labbra che trovasti
accudendo di porgere nodo
e in oggi sostare cuore.
Thursday, August 31, 2006

Il fiore del mais


È alcuna incuranza nel passo. Molto
i vincastri del ventilabrio
hanno angoli. L'arare, allora,
si fa pazienza nell'ansa dei carici, con apposto d'orlo, e,
di spessore poco, la quinta mattinale,
coeva per ranghi di bacio. Sente piovere
tanto si è fatta
evidenza. Dei rudimenti del cielo
rigano la bocca. Ogn'intorno, nel tempo
che è il sole d'un mese, prende buio.
Le parole a statura, breve,
ordendo tessuto
nella filanda o contando
con i segni dell'abaco
la molitura, gli arbusti del pepe sulla stuoia.
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ti feci sera per giacervi.
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

I tagli del legname vanno per scosse.
Poche, come quelle di foglia, le accorciature
in impiego. Due o tre norme
si vedono.
Troncando dei calchi e delle specie presto, tu hai
un forare dentro il nuovo di seme, il cavo numeroso
tenuto lungo le mani.
Le cose nel vento accrescono
un discioglimento forte,
portano all’ombra. Spesso
terraferma, costa
infondono meandro, lasciano venire
al bosco e alle molte parti d’acqua.
Monday, August 28, 2006
Le insidie/Neumi ____________
settembre 1996 - ...

Questo spazio web nasce per radunare e rendere maggiormente accessibili i testi che compongo Le insidie/Neumi (già usciti in sedi molteplici, in rete ed in rivista, lungo un largo corso di anni, ed ora prossimi ad una parziale pubblicazione in forma di libro): saranno ora qui disponibili, e resi nuovi, rivisti e/o riscritti, o ripuliti, spesso fedeli alla loro prima stesura. Si tratta di un "libro in corso", nodo di raccolta di un materiale spesso in fieri e - ancora - in iter di decisione. Un testo che, nonostante il molto tempo trascorso dalla "prima idea", ancora cresce e raduna a sé versi.

About me

My Photo
Name:

Stefano Salvi è nato nel 1975 a Varese, dove risiede. Collaboratore di LietoColle, dal 2004 dirige, insieme ad A. Broggi e I. Testa, “l’Ulisse”, rivista on-line di poesia e pratica culturale. Dal 2005 coordina “Tagli di scavo”, spazio e luogo non periodico, attività in fieri di scrittura e/o di attenzione e di incontro, percorso costituito da poesie, da articoli presi a spunto da opportunità, letture e suggestioni, da traduzioni e da saggi. Suoi lavori in poesia e in prosa, suoi saggi, recensioni ed interventi si sono succeduti in varie riviste e nella rete. Ha curato, insieme a C. Dentali, presso LietoColle, l’antologia “Il presente della poesia italiana” (2006), una proposta di lettura della contemporanea situazione della scrittura poetica in Italia. Partecipa regolarmente, con letture da proprie opere e/o interventi critici, a pubbliche letture, rassegne e convegni di poesia, trasmissioni radiofoniche, presentazioni editoriali. Ha pubblicato l'e-book “Il seguito degli affetti” (Biago Cepollaro E-dizioni, 2006). Attualmente è in corso di pubblicazione il suo libro di poesie “Le insidie/Neumi”.


Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

all texts (CC) by Stefano Salvi

Visite e Altro


Heracleum blog & web tools

Credits

  Distributed by:
Template copyright :
V4NY ONLY TEMPLATES
Powered by :
Powered by Blogger